Admirabile signum

Lettera apostolica del Santo Padre Francesco sul significato e il valore del presepio Il mirabile segno del presepe, così caro al popolo cristiano, suscita sempre stupore e meraviglia. Rappresentare l’evento della nascita di Gesù equivale ad annunciare il mistero dell’Incarnazione del Figlio di Dio con semplicità e gioia. Il presepe, infatti, è come un Vangelo

Mamre, missione Bosnia: sesto viaggio umanitario

Mamre, missione Bosnia: sesto viaggio umanitario I volontari dell’associazione torneranno a Bihac, Vucjak e Velika Kladusa il 31 ottobre di Mario Metti Vucjak è una piccola località sulle colline non lontana da Bihac e a quattro chilometri e mezzo dal confine con la Croazia. Letteralmente Vucjak significa “La tana del lupo”. La zona dove è

Nuovo Padre Nostro, nota dell’ufficio catechesi e liturgia

Sul sito della diocesi di Novara è consultabile la nota di chiarimenti e indicazioni a cura dell’Ufficio diocesano Catechesi e liturgia a proposito della nuova formula del Padre Nostro, contenuta nel testo del Messale Romano in italiano approvato dall’Assemblea Cei dello scorso novembre e il cui testo è ora in attesa dell’approvazione da parte della Santa Sede.

Gaudete et Exsultate

Gaudete et Exsultate Esortazione Apostolica del Santo Padre Francesco sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo Leggi il testo dell’Esortazione Apostolica sul sito della Santa Sede    

Fake news e giornalismo di pace.

«La verità vi farà liberi» (Gv 8,32). Fake news e giornalismo di pace. Questo il tema che il Santo Padre Francesco ha scelto per la 52a Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, che si celebra domenica 13 maggio 2018. Leggi il testo completo del Messaggio del Santo Padre per la 52a Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali  

La Preghiera eucaristica

Concluso il rito della presentazione del pane e del vino, ha inizio la Preghiera eucaristica, che qualifica la celebrazione della Messa e ne costituisce il momento centrale, ordinato alla santa Comunione. Corrisponde a quanto Gesù stesso fece, a tavola con gli Apostoli nell’Ultima Cena, allorché «rese grazie» sul pane e poi sul calice del vino:

L’atto penitenziale (1)

Chi è consapevole delle proprie miserie e abbassa gli occhi con umiltà, sente posarsi su di sé lo sguardo misericordioso di Dio. Sappiamo per esperienza che solo chi sa riconoscere gli sbagli e chiedere scusa riceve la comprensione e il perdono degli altri. Ascoltare in silenzio la voce della coscienza permette di riconoscere che i